Partecipa

Unisciti al fronte di singoli cittadini, associazioni e organizzazioni di varia natura, ed enti locali che hanno già aderito alla nostra campagna. Più siamo maggiore sarà l’impatto che potremo avere sui decisori politici e aziendali per arrivare in tempi brevi ad un Sistema Cauzionale.

Firma e fai firmare la nostra PETIZIONE, diffondi notizia della campagna e seguici sui nostri social per restare aggiornato sulle prossime iniziative.

Segnalaci gli imballaggi di bevande che trovi dispersi nell’ambiente e nei cestini stradali con ABR Radar

Comunica l’adesione inviandoci una mail a redazione@buonrendere.it, diffondi la notizia sui canali dell’ente e mettiti in contatto con noi per iniziative mirate sui contenitori di bevande come sensibilizzazione o raccolta dati.

Comunica l’adesione inviandoci una mail a redazione@buonrendere.it, diffondi la notizia sui tuoi canali social e contattaci per iniziative mirate sui contenitori di bevande come sensibilizzazione o raccolta dati.

Singoli cittadini

Aiutaci a ridurre l'inquinamento, firma la petizione per fermare la dispersione degli imballaggi nell'ambiente!

Ogni anno in Italia oltre 7 miliardi di contenitori per bevande sfuggono al riciclo per venire dispersi nell’ambiente o smaltiti con i rifiuti indifferenziati. I mari, le spiagge, i sentieri di montagna, i parchi delle città, i siti archeologici italiani sono deturpati da bottiglie e lattine abbandonate incautamente. Questo non rappresenta solo un ingente danno ambientale, bensì un rischio concreto per la nostra salute, per l’incolumità degli animali ed un danno per le comunità e l’industria del turismo.

Con i suoi quasi 8.000 chilometri di coste, l’Italia è uno dei maggiori responsabili di sversamento di rifiuti plastici nel Mediterraneo.
Un Sistema di Deposito Cauzionale per imballaggi per bevande eviterebbe tale dispersione, riducendo così l’inquinamento ambientale e fornendo una soluzione efficace per i consumatori e per l’industria delle bevande.

Il 30 novembre 2022 la Commissione Europea ha presentato la sua proposta di “Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio” (Packaging and Packaging Waste Regulation, PPWR).

La previsione di un sistema cauzionale è contenuta nell’articolo 44 della proposta, che ne stabilisce l’introduzione obbligatoria entro il 2029 per bottiglie in plastica e contenitori in metallo per liquidi alimentari fino a 3 litri (con l’esclusione di contenitori per latte e derivati, vino ed alcolici). La nota positiva è che, essendo un Regolamento, viene automaticamente applicato in tutti gli Stati Membri senza dovere essere recepito nell’ordinamento legislativo dei singoli Stati.

L’iter legislativo del nuovo Regolamento su imballaggi e rifiuti da imballaggio è arrivato alle battute finali. Dopo l’approvazione, avvenuta il 19 marzo 2024, da parte della Commissione Ambiente del Parlamento europeo (ENVI) del testo del emendato dal Trilogo (Europarlamento, Consiglio, Commissione) il 4 marzo 2024 e approvato dal Coreper il 15 marzo  2024. Ora la palla passa al Parlamento europeo, chiamato al voto in plenaria dal 22 al 25 aprile, ultima data utile prima delle elezioni di giugno 2024.

Anche i risultati di due sondaggi, commissionati dalla campagna ad AstraRicerche nel febbraio 2022 e nel novembre 2023, confermano il supporto della maggioranza degli italiani rispetto all’introduzione di tale sistema. Oltre l’80% del campione intervistato si è infatti espresso favorevolmente rispetto al deposito cauzionale, indipendentemente dall’area di auto-collocazione politica.

Con i suoi quasi 8.000 chilometri di coste, l’Italia è uno dei maggiori responsabili di sversamento di rifiuti plastici nel Mediterraneo.

Gli aderenti alla campagna “A Buon Rendere – molto più di un vuoto” chiedono pertanto l’introduzione di un Sistema di Deposito Cauzionale di portata nazionale, obbligatorio per i produttori e che copra tutte le tipologie di bevande in bottiglie di plastica, vetro e lattine al fine di proteggere il nostro ambiente, favorire la transizione verso l’economia circolare e raggiungere gli obiettivi europei in materia di raccolta selettiva e riciclo.

Maggiori informazioni sui Sistemi di Deposito sono disponibili qui.

Firma la petizione

ABR Petizione

me

A buon rendere - petizione per l'introduzione di un sistema di deposito in Italia

[signature]

11,969 firma

Condividi con i tuoi amici:

   

Condividi:

Enti locali ed organizzazioni

Puoi partecipare come ENTE LOCALE oppure come ORGANIZZAZIONE (strutturata) che ha a cuore il problema della dispersione dei rifiuti da imballaggio. Compila il seguente modulo, oppure scrivi alla mail: redazione@buonrendere.it.

Scarica i nostri
materiali

ABR Radar

Contribuisci a segnalare gli imballaggi di bevande che trovi dispersi nell’ambiente e nei cestini stradali con ABR Radar.

Enti ed organizzazioni aderenti

Adesioni nazionali e internazionali

Aziende

Città metropolitana di Torino – Ente territoriale che include 312 comuni

Comune di Bagnara Calabra (Reggio Calabria)

Comune di Colonna (Roma)

Comune di Bergamo

Comune di Borgosatollo (Brescia)

Comune di Castelnuovo Cilento (Salerno)

Comune di Colloredo di Monte Albano (UD)

Comune di Eboli (Salerno)

Comune di Milano

Comune di Narni (Terni)

Comune di Peschici (Foggia)

Comune di Povegliano Veronese (Verona)

Comune di Quadrelle (Avellino)

Comune di Ronciglione (Viterbo)

Comune di Santeramo in Colle, città metropolitana di Bari

Comune di Santo Stefano del Sole (Avellino)

Comune di Terni

Comune di Vieste (Foggia)